Il Codice ADR è un accordo internazionale che disciplina il trasporto di merci pericolose. Fu originariamente ratificato il 7 giugno 1957 da 56 paesi e successivamente aggiornato più volte. È efficace per gli accordi relativi al trasporto nell’Unione Europea

Autori del documento su cui si basa questo accordo sono la Economic Commission for Europe e United Nations Economic Commission for Asia, 16th Session of the COHRS
La Convenzione afferma che le parti riconoscono che è essenziale che il trasporto internazionale su strada possa svilupparsi senza grandi ostacoli, eliminando così tutte le difficoltà che possono derivare dalle differenze tra i sistemi nazionali o dalla diversità delle disposizioni legali.

Ciò significa che i conducenti e gli altri vettori devono anche garantire che le merci siano trasportate in conformità con le disposizioni nazionali pertinenti.

Questo documento contiene 13 classi distinte, che categorizzano la tipologia del rifiuto, e sono le seguenti:
·       Classe 1 Materie e oggetti esplosivi
·       Classe 2 Gas
·       Classe 3 Liquidi infiammabili
·       Classe 4.1 Solidi infiammabili, materie autoreattive, materie che polimerizzano e esplosivi solidi desensibilizzati
·       Classe 4.2 Materie soggette ad accensione spontanea
·       Classe 4.3 Materie che, a contatto con l’acqua, sviluppano gas infiammabili
·       Classe 5.1 Materie comburenti
·       Classe 5.2 Perossidi organici
·       Classe 6.1 Materie tossiche
·       Classe 6.2 Materie infettanti
·       Classe 7 Materiale radioattivo
·       Classe 8 Materie corrosive
·       Classe 9 Materie e oggetti pericolosi diversi

Tutte le classi indicate devono essere riportate nel momento in cui viene elaborata la gestione delle merci nel caso di sostanze siano classificabili all’interno di questa tabella.

Contenitore per la Raccolta dei rifiuti
Raccolta e gestione rifiuti sempre più necessaria

Non tutti i rifiuti sono soggetti ad ADR

E per quanto concerne i rifiuti?
Sembra un caso strano ma non tutti i rifiuti pericolosi sono soggetti a classificazione ADR e non tutti i rifiuti non pericolosi sono esenti da classificazione ADR.
Accade infatti che le classi delle sostanze pericolose vengano associate a dei codici Kemler ONU, riconosciuti in tutto il mondo e permettono di gestire il trasporto delle sostanze ritenute pericolose.

I codici ONU, però, non hanno corrispondenza con i codici CER che invece fanno riferimento alla classe di pericolosità dei rifiuti e che possiamo trovare nell’allegato D del Decreto Lgs 152/2006. Questa “non corrispondenza” dei codici può mettere in difficoltà chi deve gestire il carico/scarico dei rifiuti la catalogazione dei codici ADR deve essere valutata caso per caso.

Waste Manager: Specialista nella Gestione Rifiuti

Sempre più aziende identificano il proprio waste manager all’interno dell’azienda per poter gestire queste valutazioni e questi casi sempre in pericolo di ricevere qualche contestazione. Lo specialista, detto comunemente Waste Manager, è in grado di mettere ordine alla catalogazione dei rifiuti nel momento del carico e scarico degli stessi.

Leggi anche: Codici HP per la pericolosità dei rifiuti

Non a caso il nostro Software Gestione dei Rifiuti è stato chiamato Waste Manager: la sua semplicità permette di avere sempre sotto controllo la situazione di carico e scarico, di gestione dei trasportatori, di scadenze legislative e periodiche.
È talmente preciso e monitorato che il MUD lo firmiamo noi!

Il nostro lavoro e il nostro software di gestione rifiuti, completamente in cloud, ci permette di assicurarvi una consulenza ed una catalogazione al massimo della competenza e della sicurezza.