In vigore dal 4 Novembre 2022

Un rifiuto cessa di essere tale quando è sottoposto all’operazione di recupero e soddisfa tutte le condizioni dettate dalla Direttiva UE 851/2018 

Cosa dice il nuovo Decreto Legge del 27 Settembre u.s.

 

Il nuovo Decreto Legge 152/2022, del 27 Settembre u.s., spinge per la cessazione di qualifica di rifiuto per gli inerti provenienti da attività di demolizione e costruzione, anche secondo le regole dettate dall’art. 184 ter del D.L. 152/2006. Il nuovo decreto delinea le guide e sottolinea che i rifiuti indicati nella stessa provengono da opere sottoposte a demolizione selettiva.

Con decorrenza 4 Novembre 2022 i rifiuti di attività di costruzione e/o demolizione diventano rifiuti fisici se in linea con le disposizione dell’articolo 184-ter del DLgs 152/2006

Classificazione dei rifiuti inerti End of Waste

Il Decreto Legge indica le regole per poter definire la categoria dei rifiuti da demolizione soggetti a cambiamento.

Tra quelli indicati nell’allegato 1 del regolamento indichiamo nello specifico:

• Cemento

• Mattoni

• Mattonelle e ceramiche

• Terre e rocce da scavo

 

Vi sono poi inseriti i rifiuti di origine minerale

• scarti di sabbia e argilla

• Minerali (esempio sabbia, rocce)

• scarti di ceramica, mattoni, mattonelle e materiali da costruzione (sottoposti a trattamento termico)

Ogni rifiuto deve essere sottoposto a verifiche sia come contatto visivo, sia con eventuale documentazione, sia da ulteriori controlli ed esami se ritenuti necessari.

Come vanno riutilizzati i rifiuti che rientrano nella End of Waste

Tutti i rifiuti che hanno superato la normativa e le regole in essa indicate possono essere utilizzati secondo le regole e le indicazioni fornite dall’Allegato 2 della legge stessa.

A titolo esplicativo

1) Realizzazione di opere in terra dell’ingegneria civile

2) Realizzazione di sottofondi stradali

3) Riempimenti e colmate

4) strati accessori aventi la funzione di antigelo e/ drenante

Gli utilizzi al suolo non devono costituire potenziale fonte di contaminazione per il suolo, il sottosuolo e le acque sotterranee.

L’aiuto di Waste Manager

Waste Manager ti aiuta nella compilazione dei registri, nella documentazione, nell’assistenza.

Con la possibilità di poter lavorare “in Cloud” Waste Manager è la soluzione ideale per il tuo registro rifiuti.

• Sempre a portata di mano

• Utilizzabile ovunque nel mondo

• Certificato e garantito 

Il MUD a chiusura lo firmiamo noi.

Che vuoi di più?

Prova Waste Manager GRATIS